Recensione Anycubic Photon Zero

Anycubic Photon Zero (Photon Series) Fino a poco tempo fa le stampanti stereolitiografiche erano considerate le più potenti nel mondo della stampa 3D e, per molto tempo, erano pochi i prodotti in vendita ed erano considerati tutti molto costosi, Anycubic Photon Zero (Photon Series) è stata progettata per essere semplice ed economica, ma soprattutto alla portata di tutti.

Negli ultimi anni, da quando sono state introdotte le stampanti in resina, sono considerate le più convenienti e avere la possibilità di acquistare ad un prezzo competitivo, una stampante che sia dotata di processo SLA e DLP, è davvero rivoluzionario.

Ma in molti si chiedono se una stampante economica possa avere delle buone caratteristiche tecniche pari a quelle di una stampante professionale, la risposta è positiva. Anycubic Photon Zero (Photon Series) possiede delle buone potenzialità che, se sfruttate nel modo giusto, possono sorprenderti.

Chiunque l’abbia acquistata è rimasto soddisfatto del prodotto e lo utilizza in modo del tutto naturale come se si trattasse di una vera e propria stampante 3D ad alta potenza. In questa guida ti sarà mostrato tutto ciò che c’è da sapere su Anycubic Photon Zero (Photon Series).

SAI QUALI SONO LE MIGLIORI STAMPANTI 3D?
Abbiamo realizzato una classifica sempre aggiornata delle migliori stampanti 3D più vendute, per tutte le tasche!
Guarda la classifica delle stampanti 3D..

Caratteristiche tecniche principali

Ecco le specifiche di Anycubic Photon Zero (Photon Series), come riportate dal produttore:

  1. tecnica: SLA basato su LCD;
  2. sorgente di luce: 405 nm;
  3. XY Res: 0.1155 mm, 854 X 480p;
  4. asse Z Ris.: 0.01 mm;
  5. strato Res: 0,01-0,2 mm;
  6. velocità di stampa: 30 mm(H)/ora;
  7. potenza: 30 W;
  8. materiali: 405 nm resina UV;
  9. dimensione della macchina: 180 mm X 195 mm X 195 mm X 367 mm;
  10. volume di stampa: 97 mm X 54 mm X 150 mm(H);
  11. peso: 4,7 kg;
  12. tecnologia di stampa SLA,

L’Anycubic Photon Zero è una stampante 3D SLA (stereolitografia). Essenzialmente SLA è una forma di tecnologia di stampa 3D utilizzata per la creazione di modelli, prototipi, modelli e parti di produzione in un modo strato per strato, utilizzando processi fotochimici attraverso i quali la luce fa sì che monomeri e oligomeri chimici si reticolino insieme per formare polimeri. Questi polimeri costituiscono poi il corpo di un solido tridimensionale.

Unboxing: cosa contiene la confezione

La stampante viene venduta già assemblata, quindi, non ci sarà bisogno di montarla soprattutto se non si è esperti. Nella confezione oltre alla stampante puoi trovare:

  1. elenco delle parti;
  2. adattatore di alimentazione;
  3. chiavetta USB;
  4. set di utensili;
  5. raschietto;
  6. maschera;
  7. guanto;
  8. imbuto;
  9. manuale d’uso.

La stampante Anycubic Photon Zero 3D non richiede molto assemblaggio al di fuori del fissaggio del letto di stampa e l’installazione della vasca di resina con la pellicola FEP. Livellare il letto e ottenere la stampa entro pochi minuti dal disimballaggio. La stampante è imballata in modo sicuro per la spedizione.

SAI QUALI SONO LE MIGLIORI STAMPANTI 3D?
Abbiamo realizzato una classifica sempre aggiornata delle migliori stampanti 3D più vendute, per tutte le tasche!
Guarda la classifica delle stampanti 3D..

Configurazione e calibrazione

L’impostazione e il funzionamento dell’Anycubic Photon Zero richiedono molto poco all’utente. Costruire il livellamento della piastra è un compito semplice: allentare la piastra con l’attrezzo fornito in dotazione, posizionarla nella stampante senza un foglio di carta incastrato tra la piastra e lo schermo LCD ed esercitare una leggera pressione su di essa mentre si stringono le quattro viti di fissaggio.

Il Photon Zero è alimentato con 30 Watt, il che pone un limite piuttosto basso sulla potenza dell’array di LED. Emettendo luce UV attraverso uno schermo di mascheramento LCD da 480 x 854 pixel, questi numeri equivalgono a tempi di polimerizzazione dello strato più lunghi e stampe con una risoluzione notevolmente inferiore.

Funzionalità e prestazioni


Anycubic suggerisce l’utilizzo del proprio software di slicing, Photon Workshop, per creare i file di progettazione. Photon Workshop è abbastanza user-friendly. Questo particolare software consente di vuotare i file. Tuttavia, se il file di stampa contiene protuberanze o parti sospese, è consigliabile aggiungere dei supporti in una griglia di riempimento con uno schema a graticola per prevenire eventuali cedimenti.

Mentre si aggiungono i supporti al file di progetto, assicurarsi di aggiungere dei fori di drenaggio in modo che la resina in eccesso possa fuoriuscire per tutta la costruzione e non lasci una pozza di resina sprecata all’interno del progetto.

Photon Workshop consente inoltre agli utenti di aggiungere testo che può essere montato sul modello, ideale per la filigrana, il marchio di fabbrica o semplicemente per timbrare pezzi stampati.

L’affettatrice permette anche il taglio del modello insieme all’aumento della funzione anti-aliasing che aiuta a colmare il divario tra lo schermo di mascheratura a bassa risoluzione della stampante.

La gamma delle operazioni di preparazione della stampa si svolge in Photon Workshop, con la preparazione del supporto (e i controlli granulari in esso contenuti), si può trovare il modello cavo per la conservazione della resina, lo spacco del modello per affrontare le parti più grandi in più fasi e una miriade di altri strumenti utili, tutti chiaramente molto utili e semplici nel funzionamento.

Anycubic ha aggiornato il suo software Photon Workshop alla versione 2.1.20. Un enorme passo avanti in termini di funzionalità rispetto al Photon Workshop che veniva fornito con il Photon originale, il nuovo software offre una serie di strumenti essenziali per la preparazione della stampa in resina. Secondo Anycubic, un file da 80 MB ora si affetta in soli 32 secondi invece che in diversi minuti.

Come descritto in precedenza, Photon Workshop ha molta più parità con le altre principali affettatrici per la stampa su resina, ma l’esperienza di utilizzo e l’affidabilità sono ancora leggermente inferiori a quelle di ChiTuBox.

Rapporto qualità prezzo

Si tratta di una stampante molto piccola e facile da utilizzare, inoltre il prezzo non è eccessivamente elevato ma resta nella fascia media ed è alla portata di tutti, anche di chi vuole comprare una stampante 3D per hobby.

Anycubic nonostante i suoi prezzi modici, offre una garanzia di un anno e un supporto tecnico che copre tutto il periodo di utilizzo. Il prezzo sul mercato è sempre rimasto stabile, questo vuol dire che anche se non di tratta di una stampante 3D professionale, è comunque un buon prodotto che vale la pena di essere provato.

Vedi anche prezzi stampanti 3D.

Opinioni: pro e contro della Anycubic Photon Zero

Ogni prodotto presenta dei pro e dei contro da dover valutare prima di procedere con l’acquisto. Anche Anycubic Photon Zero ha dei punti di forza e altri un pò meno forti, qui sotto verranno elencati.

Pro

  1. Facilità di configurazione e stampa;
  2. in sostanza la stampante è completamente assemblata, basta attaccare altri due pezzi e livellarne uno;
  3. menù touch screen completamente funzionale;
  4. lo schermo non solo mostra il modello all’inizio, ma mostra anche ogni strato mentre si stampa, il che è super all’avanguardia e utile.

Contro

  1. Il letto di stampa risulta leggermente piccolo;
  2. non ci sono pellicole FEP extra o resine incluse, ma forse è per mantenere bassi i costi;
  3. lo schermo di mascheramento a bassa risoluzione limita la qualità che ci si aspetta da una stampante 3D in resina.

La Anycubic Photon Zero è la migliore stampante 3D in resina entry-level sul mercato. Si ottiene un ottimo prodotto ad un prezzo incredibile. È vero che le dimensioni del letto e la risoluzione sono limitanti, ma se sei alla ricerca di qualcosa per fare pezzi da gioco, gioielli e qualche pezzo non impegnativo, questa è sicuramente la macchina giusta per te.

Anycubic